NERO (e rosa carne)

Nero. Ovunque. Nere le tavole del palco e le quinte. Nero lo spazio dell’orchestra, coperto di indumenti e accessori neri. Neri gli abiti dei protagonisti.  Ma il “nero” non è uno solo: ha molte sfumature. Può essere chiaro, scuro, profondo, sbiadito,carico. Lucido. Opaco. Così è la violenza. Dire violenza, però, non implica la condivisione di un concetto o di un pensiero comune:  ognuno la vive a suo modo, la percepisce su di se con più o meno forza, la usa sugli altri più o meno consapevolmente. L’unica cosa certa (per chiunque) è che la Violenza è nera. Copre, insudicia, insabbia. Soffoca. Uniforma. Impedisce alla luce di entrare. Vi raccontiamo le storie di tre donne violate, nel corpo e nell’anima.  E di tre uomini che, violando, fanno prima di tutto, soprattutto, male a se stessi. Sempre la stessa sporca storia.

Venerdì 22 Novembre 2019, ore 21:00
Teatro Gianni Santuccio

con Giusi Cossentino, Silvia De Lorenzi, Debora Palmieri
regia Serena Nardi
scene e costumi Officine Red Carpet
produzione Red Carpet Teatro

Con la partecipazione alla serata di Amico Fragile Onlus

2019-11-10T18:28:54+00:00